closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il circo trumpiano che occulta la prossima guerra

Medio Oriente. Il viaggio del presidente Usa tra Arabia saudita e Israele ha gettato le basi per un rafforzamento di alleanze in chiave anti-Iran. Lo pseudopacifismo (lotta all'Isis e accordo di pace tra israeliani e palestinesi) nasconde la guerra che verrà

La spettacolare accoglienza ricevuta dal presidente Donald Trump nei lussuosi palazzi dell’Arabia saudita, il leccapiedismo e le adulazioni degli israeliani all’arrivo di The Donald a Gerusalemme, le crescenti aspettative rispetto a quello che avrebbe detto, il famoso deal; tutto questo deforma la natura reale della visita di Trump in Medioriente. Già nel 1981 gli statunitensi avevano cercato di creare un fronte pro-Usa nella regione; ci furono discussioni anche con gli israeliani, che erano visti come membri di possibili alleanze; gli sforzi di Haig, segretario di Stato di Reagan, in quell’occasione fallirono. Poco dopo gli Stati uniti vendettero all’Arabia saudita aerei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.