closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il «cinghiale ferito» solo contro tutti

Governo. Gentile prova a resistere: "Mi accusa chi sfrutta i giornalisti". Ma alle otto di sera getta la spugna

Antonio Gentile

Antonio Gentile

Non è vero che il cinghiale «quando viene ferito ammazza tutti». Molte volte perde anche il senno e il lume della ragione. Tonino Gentile è andato in confusione. Il sottosegretario ai trasporti, nella bufera per la nota storia censoria, nella giornata di ieri non ne ha azzeccata una. «Estraneo ai fatti, accusato da chi sfrutta i giornalisti» si inalberava di buon mattino. Ha persino tirato in ballo il suicidio del cronista dell’Ora della Calabria, Alessandro Bozzo, sulla cui vicenda pende un’indagine ai danni dell’editore, Pietro Citrigno, beccandosi così il rimprovero di Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine dei giornalisti: «Gentile non si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.