closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Il cinema non deve fermarsi»: al Lido si parla di Afghanistan

Venezia 78. Il festival ha organizzato un evento per coinvolgere la film community: ospiti le registe Sahra Karimi e Sahra Mani

«Il giorno di ferragosto molti di noi si sono svegliati come se fosse un giorno qualsiasi. E invece una intera generazione di afghani, un paese in cui il 70% della popolazione ha meno di 30 anni, hanno dovuto scegliere di lasciare tutto, all’improvviso». A parlare è Sahraa Karimi, regista afghana 38enne. Cineasti sotto minaccia e, in generale, artisti afghani ai quali sono attualmente negati corridoi umanitari e la garanzia della concessione di status di rifugiati politici, oltre che la preoccupazione per il loro futuro e la necessità di provvedere alla loro sistemazione una volta giunti in Europa: la Biennale ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.