closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il chavismo: all’Assemblea, sia come sia

Venezuela. Si è conclusa ieri la campagna elettorale

“Sono un umile operaio, sono uno di voi. Ho percorso queste strade tante volte, quando dovevamo nasconderci per sfuggire alla polizia, non avevamo un soldo e vivevamo con l'aiuto dei compagni”. Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro infiamma la folla di camicie rosse, che straripa nell'Avenida Bolivar. E' l'atto finale della campagna elettorale per le elezioni parlamentari di domenica. Sul palco, ritmati dalla musica del gruppo Lloviznando Cantos, ministri e candidati: giovanissimi, indigeni, afrodiscendenti, tantissime donne (la legge impone il 40% di candidate). Jorge Perez, 22 anni, è il più giovane. “Nella IV Repubblica – dice – aspettavamo eternamente di entrare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi