closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il cavallo di Troia del salario minimo

Il presidente di Confindustria rompe sul nuovo modello contrattuale. A quanto leggiamo, ritiene impossibile portare avanti qualunque trattativa con il sindacato, non essendoci margini per poter proseguire il colloquio sui contratti nel modo tradizionale. La mossa di Squinzi troverebbe origine nell’analisi di Confindustria (nota CSC del 3.10.2015) secondo cui negli ultimi anni le retribuzioni sono cresciute troppo e il peso dei salari sul Pil sarebbe oggi risalito ai massimi storici, raggiunti negli anni ’70. Da qui la frenata. Ma, anche a voler prendere per buone le cifre di Confindustria, quel che non si dice è che il rapporto salari-Pil è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi