closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il «caso Sesto Fiorentino» e Sinistra italiana

Comunali. La sconfitta di Renzi e del suo partito in Toscana dimostra che la strategia decisionista del premier non paga. Ma con il Pd bisogna «dialogare»

I lettori del manifesto sanno già molto di quanto è accaduto a Sesto Fiorentino, da un anno a questa parte, fino al risultato clamoroso delle elezioni di domenica scorsa. Ricordiamolo: i due candidati sindaco espressione delle varie forze della sinistra hanno ottenuto al primo turno, rispettivamente, il 19% e il 27%: e uno dei due, il candidato espresso da Sinistra italiana, ha trionfato al ballottaggio con il 65,5% dei voti, contro il candidato del Pd (al primo turno fermo al 32%, avendo perso circa 25 punti percentuali in due anni). Ovviamente contano molto le specificità locali ma dal «caso Sesto»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.