closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il caso Renzi: sottomettersi o dimettersi

Crisi di governo. Mai e poi mai un parlamentare italiano – e non un parlamentare qualsiasi, ma un parlamentare numericamente in grado di ricattare la sopravivenza del suo governo – si era messo pubblicamente al servizio di un altro stato

Matteo Renzi e Mohammad bin Salman Al Sa'ud, principe ereditario, primo Vice, primo ministro e ministro della Difesa dell'Arabia Saudita

Matteo Renzi e Mohammad bin Salman Al Sa'ud, principe ereditario, primo Vice, primo ministro e ministro della Difesa dell'Arabia Saudita

Che la crisi di governo, in questo momento storico, costituisse un attentato alla salute pubblica con ogni probabilità era chiaro persino a colui che l’ha provocata. Che essa configurasse anche un vero e proprio vulnus allo stato della democrazia italiana, dopo quanto egli ha detto e fatto a Riad, sta lentamente diventando consapevolezza collettiva, malgrado il diffuso silenzio mediatico. Non si tratta soltanto di sfacciato conflitto d'interesse su scala internazionale da parte del capo di un partito politico decisivo ai fini della sopravivenza della maggioranza esistente. Sarebbe ipocrita asserire che non siano esistiti e che non esistano casi analoghi nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.