closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il cambio di passo della mobilità resta al palo

Recovery plan. Il problema del recovery plan italiano non sono i sei manager o la composizione della cabina di regia, la presenza dei partiti o la rappresentanza di genere

Il problema del recovery plan italiano non sono i sei manager o la composizione della cabina di regia, la presenza dei partiti o la rappresentanza di genere. Dopo mesi di annunci, incontri riservati tra ministri e grandi imprese pubbliche, si scopre che c’è una grande questione politica sul tappeto: l’inadeguatezza di una proposta molto lontana da quanto ci si sarebbe aspettati. Ricordiamolo, il programma europeo Next Generation Ue mette a disposizione risorse senza precedenti per il nostro Paese, ma per ricostruire meglio e in modo diverso, con innovazione, sostenibilità, attenzione al disagio sociale e alle disuguaglianze cresciute in questi anni....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi