closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il calendario espandibile di Di Maio

Per il capo politico dei 5 Stelle bisogna tagliare i vitalizi degli ex parlamentari prima di sciogliere le camere. Ma anche scioglierle subito per andare a votare entro giugno. Con un decreto per «cambiare un parametro» che non basterebbe, fatto da un governo che i grillini non vogliono

Luigi Di Maio e Beppe Grillo

Luigi Di Maio e Beppe Grillo

Bisogna andare a votare a giugno, cioè sciogliere le camere entro quarantott’ore, ma anche tagliare i vitalizi entro la fine della legislatura. Luigi Di Maio riesce ormai a dire qualsiasi cosa. L’intervento sui vitalizi, promesso dai 5 Stelle «in quindici giorni» esattamente un mese fa, si è confermato più arduo della propaganda. Il presidente della camera Fico ieri ha potuto solo ripetere che «ci stiamo lavorando al cento per cento». Quanto al voto a giugno, la speranza di Di Maio si può dire già naufragata. Il testo unico delle leggi elettorali infatti prevede almeno 45 giorni di tempo tra lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi