closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il buco nero d’Europa alle elezioni anticipate

Kosovo. Un’indagine della magistratura internazionale accusa il primo ministro di traffico di organi per finanziare le sue milizie dell’Uck

Il leader dell'opposizione, Mustafa

Il leader dell'opposizione, Mustafa

Oggi vota il Kosovo, l’ex provincia serba che si è autoproclamata unilateralmente «Stato» nel 2008. La nazione è riconosciuta da poco più della metà dei membri dell’Onu, ma il suo status divide ancora il Consiglio di Sicurezza e la stessa Unione europea. Qualunque sarà il risultato delle elezioni politiche anticipate, convocate perché tra i tanti si è aperto un conflitto sulla nascita di un esercito regolare nazionale, osteggiato anche dalla minoranza serba che partecipa al parlamento di Pristina, tre sono i fatti rilevanti da sottolineare, che fanno ancora di questa realtà il buco nero dell’intera Europa e degli stessi Balcani normalizzati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.