closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Reportage

Il Brasile vince e piange

Potere del calcio. Il pubblico negli stadi è «finto». Lo sconforto nazionale per l’infortunio di Neymar no. Oggi campagna elettorale al via per le presidenziali di ottobre. E Dilma Roussef vola con la seleção di Scolari

Neymar a terra dopo l’infortunio, con Marcelo

Neymar a terra dopo l’infortunio, con Marcelo

Oggi in Brasile qualcuno sorride nel ricordare quello che aveva detto un anno fa Ronaldo il Fenomeno, ambasciatore della «Copa das Copas» di Dilma e della Fifa e commentatore delle partite del mondiale per la Tv Globo: «Una Coppa del Mondo non si fa con gli ospedali». Rispondeva così ai manifestanti che lamentavano lo spreco di soldi pubblici e chiedevano più fondi per educazione e sanità. Il giorno dopo la vittoria sulla Colombia, che garantisce alla seleção la semifinale contro la Germania, i media brasiliani sono tutti presi dall’infortunio di Neymar, aggredito alle spalle da una ginocchiata «proditoria» e «codarda»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi