closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Editoriale

Il boomerang

Sabato 40mila persone hanno sfilato con la forza della non-violenza in Val di Susa per riaffermare le ragioni della lotta contro la Tav che ormai è, oltre che attualità nazionale, anche la storia di quella valle.

Ieri un migliaio di persone con le bandiere dei No-Tav hanno manifestato nel centro storico di Roma, finendo, con l’aiuto della polizia, davanti alla sede romana del Pd, sradicando dai muri le bacheche dell’Unità, costringendo i militanti del circolo a barricarsi. Il modo migliore per screditare una battaglia che per vincere non ha certo bisogno di azioni che finiscono per negarne la legittimità.

I commenti sono chiusi.