closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il Belpaese patria di «Neet», disoccupati e working poors

Il rapporto di Bruxelles. Il 20% dei giovani italiani non lavora, non studia e non cerca un impiego: è record nella Ue. Nello studio della Commissione europea paghe basse, precarietà e povertà in crescita

Indignados

Indignados

L’Italia si conferma la patria dei Neet, i giovani che non hanno e cercano un lavoro né sono impegnati in un percorso di studi o di formazione (Not engaged in education, employment or training): abbiamo la percentuale più alta in Europa. Il dato emerge dal rapporto 2017 Employment and Social Developments in Europe Review, diffuso ieri dalla Commissione Ue. Alte anche le percentuali di disoccupazione giovanile e di presenza di lavoratori autonomi, mentre nella fascia 15-24 anni si concentrano precarietà, paghe basse e povertà: tutti elementi che disegnano un quadro piuttosto sconfortante. NEL 2016 LA percentuale di giovani tra i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.