closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Ida Maly, una ballata delle artiste irregolari

Pagine. Bianca Tosatti, «Con il senno di poi. Nulla rimane fermo. Nulla rimane nostro», Prinp

Ida Maly, «Premonizioni oscure (autoritratto)», 1928

Ida Maly, «Premonizioni oscure (autoritratto)», 1928

La pittrice Ida Maly nasce a Vienna nel 1894. La famiglia si trasferisce a Graz, Ida frequenta il liceo e stringe amicizia con Marta Newes. Si iscrive alla scuola d’arte e a un corso di pubblicità. Torna a Vienna. Si innamora, lavora in fabbrica, pratica sport ed eccelle nel salto con l’asta. Si trasferisce a Monaco. Si arrabatta con i lavori più bizzarri. Si sposta tra Vienna, Berlino, Dresda, Parigi. Frequenta un mondo intelligente, teatrale, letterario e d’avanguardia. Rifiuta di essere ingabbiata nelle regole sociali. È probabilmente bisessuale. Ha una figlia fuori dal matrimonio, l’affida a una coppia che l’adotterà....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.