closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Ibargüengoitia, rompicapo crudele della «normalità»

TEMPI PRESENTI. Torna in libreria «Le morte» dello scrittore messicano (La Nuova Frontiera). Dopo anni di lucrosa attività, la prostituzione fu proibita. Le sorelle protagoniste nascosero le donne in un rancho isolato; in quanto «improduttive», le affamarono e tormentarono per mesi. Il suo romanzo, nonostante la storia efferata, è disseminato di humor e ironia. Si racconta la vicenda vera ma la finzione letteraria la demolisce. Al mix di materiali, voci e toni si unisce quella dei generi, proiettando il testo verso l’estetica postmoderna.

L’autore Jorge Ibargüengoitia (1928-1983)

L’autore Jorge Ibargüengoitia (1928-1983)

«Né Edgard Allan Poe, né un altro scrittore capace di inventare le storie più truculente, avrebbe mai potuto scrivere un racconto pieno di malvagità e perversione come quello che hanno redatto con sangue, lacrime e veleno Delfina e María de Jesús González Valenzuela, sorelle incredibilmente bestiali, note nel mondo della malavita come le Poquianchis. Queste donne hanno superato le idee e i metodi dei nazisti!». A metà degli anni sessanta, affermazioni del genere si potevano leggere su buona parte della stampa messicana e in particolare sulla rivista Alarma!, che aveva aumentato vertiginosamente le tirature grazie alle due «sataniche sfruttatrici del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.