closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Iacovelli (Flai Cgil): «La legge non funziona come prevenzione»

Braccianti nel foggiano

Braccianti nel foggiano

L’ennesima inchiesta che parla di caporalato, ancor più grave perché vede coinvolta la moglie di un prefetto nonché capo dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione al Ministero dell’Interno. «Ancora una volta una storia di reclutamento illecito dei lavoratori attraverso l’utilizzo spregiudicato di caporali da parte dell’aziende agricole. Nulla di nuovo sotto il sole - commenta amaro il segretario generale della Flai Cgil di Foggia Davide Iacovelli -. Ma questa è l’ennesima dimostrazione di come i Centri per l’impiego non funzionino affatto e se ciò accade è anche e soprattutto colpa della politica, con i ghetti che diventano il luogo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.