closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

I templi dorati del consumo nel divenire bestiale della merce

SCAFFALE. «La santa crociata del porco» di Wolf Bukowski per le edizioni Alegre

Il capitalismo si presenta come espositore universale di valori reificati. Non importa se questi valori siano fra loro escludenti: nel sistema c’è posto per tutto anzi, più il sistema è diversificato più si minimizzano i «rischi d’impresa». Questa pseudo-battaglia di valori fattisi merci simula un mondo in cui i singoli affermano il proprio credo, le proprie idee ogni giorno. NELLA REALTÀ i singoli non fanno altro che comprare una cosa invece di un’altra pensando che ciò abbia una grande importanza. L’affermazione di sé, sembrano dirci i capitalisti, avviene se ci si piega all’idea di essere niente di più e niente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.