closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I Talebani dettano le regole

Senza via d'uscita. Torna Baradar, nuovo governo «inclusivo» quanto basta a rassicurare il mondo. L’aeroporto intanto resta una trappola per civili

Aeroporto di Kabul

Aeroporto di Kabul

A Washington il presidente Joe Biden è costretto a difendere di nuovo la scelta del ritiro dall’Afghanistan. A Kabul arriva il peso massimo della diplomazia talebana, mullah Abdul Ghani Baradar, mentre nelle città più periferiche i Talebani esercitano la sovranità conquistata con le armi incontrando i notabili locali e cercando sostegno per un governo che ancora non c’è. E che sarà inclusivo soltanto sulla carta. A dettare le regole del gioco sono loro, i turbanti neri, verso i quali si moltiplicano gli appelli per favorire il passaggio sicuro di quanti vogliono lasciare il Paese. A UNA SETTIMANA DALLA PRESA di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.