closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I super falchi di Washington pronti a strangolare Cuba

Colpo durissimo. Raffica di nuove sanzioni con un brusco stop alle rimesse economiche dagli Usa, l'attacco frontale all'industria turistica e il ritorno del famigerato III Titolo della legge Helms-Barton. Così la Casa bianca vuole affondare l'isola, per colpire anche Venezuela e Nicaragua

Un negozio di generi alimentari a L'Avana

Un negozio di generi alimentari a L'Avana

Il presidente Trump e la sua squadra di super falchi sono decisi a strangolare i governi progressisti di Cuba, Venezuela e Nicaragua in America latina. E per ottenere questo «storico» risultato sono disposti a affrontare non solo la reazione di Russia e Cina, ma anche degli alleati europei e canadesi. Mercoledì, prima il segretario di Stato Mike Pompeo, poi il responsabile della sicurezza nazionale, John Bolton, hanno annunciato una raffica di nuove sanzioni contro Cuba, ritenuta il vero pilastro sul quale si basano gli altri due governi socialisti. Parlando a Miami nell’anniversario della tentata invasione di baia dei Porci (1961),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.