closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

I sogni elettrici di futuri sempre possibili

Musica. Il nuovo volume di Simon Reynolds, un percorso ragionato intorno all'elettronica

Giorgio Moroder e Donna Summer

Giorgio Moroder e Donna Summer

In Futuromania (minimum fax, traduzione di Michele Piumini) Simon Reynolds, uno dei più autorevoli critici musicai in circolazione, torna su uno dei temi che più ha interessato la sua produzione: la tensione verso il futuro della musica pop. Lo fa mettendo insieme saggi, articoli e interviste che dagli anni Ottanta in avanti delineano una sorta di memoir in cui si usa la musica elettronica «at large» (il sottotitolo recita: Sogni elettrici da Moroder ai Migos) per raccontare i vari modi in cui si è cercato di intercettare, anticipare e costruire il suono del futuro. Da I Feel Love di Giorgio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi