closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

I segreti di un passato non più risolvibile

Narrativa italiana. «Nessuno resta solo» di Alessandro De Roma, per Einaudi

Edvard Munch, «Vagabondo di notte», 1929

Edvard Munch, «Vagabondo di notte», 1929

C’è chi coltiva la solitudine per tutta la vita, in alcuni casi come forma assoluta di difesa in altri come un tentativo di fuga. Tuttavia nonostante la dedizione che si può prestare all’attività di esclusione sociale, di fuga dagli altri, è inevitabile che prima o poi qualcuno torni a bussare alla porta, non conta se dal passato o dal presente. Al centro dell’ultimo romanzo di Alessandro De Roma, Nessuno resta solo (Einaudi, pp. 207, euro 17,50) è proprio la solitudine ad avere la parte da protagonista assoluta. Ostinatamente inseguita dai due protagonisti nell’affannosa ricerca di distanziarsi l’uno dall’altro il più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.