closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I rifiuti umani di Addis Abeba. Sepolti vivi nella discarica

Etiopia. Frana una montagna di "monnezza", travolte le baracche di chi è costretto a rovistare tra la spazzatura per sopravvivere. Almeno 65 i morti, donne bambini in maggioranza. Sotto accusa i lavori per la costruzione del nuovo termovalorizzatore

Ruspe e soccorritori in azione dopo la frana nella discarica di Koshe

Ruspe e soccorritori in azione dopo la frana nella discarica di Koshe

Vivere e morire nella spazzatura, ultimi tra gli ultimi, in un paese che ovviamente vanta uno dei tassi di crescita più brillanti dell'Africa e del mondo intero. È la tragica sorte toccata alle vittime – il bilancio è salito nella giornata di ieri a 65 morti, in maggioranza donne e bambini - della frana venuta giù da una delle montagne di rifiuti che punteggiano la discarica maxima di Addis Abeba, l’unica ufficiale della capitale etiopica. Da sempre accoglie la monnezza dei suoi 4 milioni di abitanti, strati su strati di rifiuti solidi urbani accumulati nell'arco di quasi 50 anni su...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.