closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

I ragazzi hip hop raccontano la strada

Cannes 68. Il programma della Quinzaine si chiude con «Dope» di Rick Famuyiwa, omaggio alla new wave del cinema african american

E mentre la violenza della polizia contro i giovani afro-americani ha raggiunto livelli da guerra civile, Rick Famuyiwa realizza un film in contro tendenza. Dope, pur ritornando dalle parti di Boyz n the Hood, sceglie un approccio diverso dal realismo gangsta dell’esordio di John Singleton, codificato poi da Juice di Ernest Dickerson e da Nella giungla di cemento dei fratelli Hughes. Il modello di Dope, infatti, sembra essere House Party – Festa in casa di Reginald Hudlin, piccolo classico degli anni Novanta. Malcolm (Shameik Moore), assieme ai suoi amici Diggy (la sorprendente Kiersey Clemons) e Bug (Keith Stanfield), sono i...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.