closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

I profumi di Oriente

Viaggio all'Eden 2. La Jugoslavia di Tito e l’isola di Mljet, il ponte di Mostar, Matala e la Grecia, l'approdo a Istanbul, prima tappa verso Kathmandu

Orient Express

Orient Express

Atene non sembra più la stessa. Ma non per via dei cortei che assediano il palazzo del governo, l’aumento dei mendicanti, i titoli dei giornali che strillano di default, troika, disoccupazione o delle atrocità di Alba dorata. Non è più la stessa di quarant’anni fa quando, prima tappa verso l’India, era una meta obbligata per l’adepto del «Viaggio all’Eden», il mitico tragitto che menava a Kathmandu, in Nepal. Quarant’anni fa la Grecia era ancora in mano alla dittatura anacronistica dei Colonnelli che avevano dimissionato il re ed eretto uno stato di polizia durato otto anni. Era un Paese povero e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi