closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I profughi di Dheisheh a papa Francesco: «Aiutaci, vogliamo essere liberi»

Palestina. Domani, nel programma del viaggio del pontefice in Terra Santa, c'è anche un incontro con i bambini dei campi profughi palestinesi. "Il papa dei poveri deve schierarsi dalla nostra parte", chiedono i rifugiati

«Entra, entra, stiamo preparando i regali per papa Francesco». Khaled Sehfi corre da una stanza all’altra. «Sono ricami, fatti dalle donne del nostro campo. Siamo sicuri che li apprezzerà molto», ci dice, lanciando uno sguardo alla telecamera dell’agenzia americana Aptn che riprende tutto. Siamo nella sede del centro sociale Ibdaa, nella zona più alta del campo profughi di Dheisheh, tre-quattro km a sud di Betlemme. Una donna ci mostra un copricuscino, lavorato a mano, dove è stato ricamato il nome del papa assieme a quelli di Nelson Mandela e Martin Luther King. «Ci stiamo lavorando da un bel po’ di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.