closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

I prof con la valigia. L’esodo forzato dalla «Buona Scuola»

"Buona Scuola". Oggi scadono i termini per l’assunzione: in migliaia costretti a lasciare il Sud e le isole pena la perdita del posto di lavoro. Protesta all’aeroporto di Cagliari: «Se andremo a insegnare fuori dalla Sardegna, parleremo in sardo»

La protesta dei docenti all'aeroporto Elmas di Cagliari

La protesta dei docenti all'aeroporto Elmas di Cagliari

Se saranno costretti a insegnare fuori dalla Sardegna, in classe parleranno «chistionausu in limba», cioè parleranno in sardo con gli studenti. Questa è la forma di protesta scelta da un gruppo di docenti che ieri hanno organizzato un flash-mob all’aeroporto di Cagliari-Elmas per opporsi all’«esodo» forzato a cui la «buona scuola» di Renzi costringerà decine di migliaia di prof neo-assunti a partire dal 2016. Al sit-in organizzato dal movimento «Unidos» ieri qualcuno si è anche presentato con il costume tipico di Quartu, mentre altri docenti hanno portato un bronzetto nuragico. Sullo striscione lungo 15 metri esposto in uno dei corridoi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.