closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

I prigionieri politici dimenticati

Usa. Libertà per Mumia Abu-Jamal e Leonard Peltier, condannati ingiustamente negli Usa al carcere a vita. Entrambi affetti da gravi patologie, Mumia è anche risultato positivo al Covid-19

Mumia Abu-Jamal

Mumia Abu-Jamal

C’è un tragico destino che accomuna le due voci più emblematiche delle minoranze e del dissenso negli Stati uniti: quella del giornalista radiofonico afroamericano Mumia Abu-Jamal - definito «Voce dei senza voce» - e quella del nativo americano di ascendenza Lakota/Anishnabe, Leonard Peltier, entrambi gravemente malati e condannati a marcire in prigione, dopo processi farsa caratterizzati da razzismo e discriminazione. NON È STATO UN CASO che Peltier fosse un attivista dell’American Indian Movement, mentre Abu-Jamal fosse membro delle Black Panthers, due organizzazioni politiche finite entrambe sul libro nero dall’FBI e perseguite nelle aule di tribunale di un Paese che è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi