closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

I precari della giustizia contro il «porcellum» di Orlando

Magistrati onorari. Stop alle udienze per un mese e sciopero della fame. Con la riforma presentata dal ministro i nuovi giudici guadagnerebbero solo 600 euro netti al mese, poche o nulle le tutele sociali. «Tradite le promesse fatte alle primarie Pd e alla Camera»

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Questa volta il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, l’ha davvero fatta grossa: tanto che l’ultimo suo provvedimento - un decreto legislativo varato dal Consiglio dei ministri del 5 maggio scorso - ha causato la ribellione nei tribunali. Un mese di sciopero (niente udienze), anche della fame: incrociano le braccia gli oltre 5 mila giudici onorari, di pace e viceprocuratori, che con il blitz inaspettato del ministero si sono viste improvvisamente ampliate le competenze ma nel contempo quasi azzerate le buste paga. Altro che l’agognata stabilizzazione: per loro si disegna un futuro da precari a vita con 600-700 euro al mese....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.