closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

I positivi al Covid calano ma lentamente. Paura per la terza ondata

Preoccupano i 192 nuovi ingressi in terapia intensiva e i 634 morti. Da inizio pandemia sono 238 i camici bianchi deceduti, il 50% tra i medici di famiglia. Sebastiani (Cnr): «È necessario prevedere per sei mesi lockdown intermittenti»

Albero di Natale, Roma

Albero di Natale, Roma

«La percentuale di positivi rispetto ai tamponi fatti scende ma lentamente, purtroppo»: è l’analisi dei dati fatta ieri da Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute. Ancora elevati gli ingressi in terapia intensiva e il numero dei decessi: «Bisogna continuare con le misure decise - ha concluso - per evitare di far ripartire la curva, com’è successo in estate». Sono stati 14.842 i nuovi positivi al Covid comunicati ieri dal ministero, per un totale di 1.757.394 casi dall’inizio della pandemia. Le vittime 634, in crescita rispetto a lunedì (quando erano state 528). I test effettuati sono stati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi