closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

I poliziotti lo dicono: il caso Shalabayeva era «deciso in alto»

Angelino Alfano Trema. Dalle carte dell'inchiesta risulta che la moglie del dissidente kazako aveva chiesto l’asilo sette volte. Per il sequestro sono indagati 7 agenti e una giudice di pace. Interrogazione M5S e Si, ma il governo resta muto

Il ministro dell'interno Angelino Alfano

Il ministro dell'interno Angelino Alfano

Angelino Alfano? Chi l’ha visto. Matteo Renzi? Muto come un pesce. In barile. Alma Shalabayeva? E chi è? Con l’eccezione di Si e dell’M5S l’establishment politico e istituzionale si trincera dietro lo schema classico delle tre scimmie: nessuno ha visto, nessuno ha sentito, soprattutto nessuno avverte l’urgenza di parlare. In un qualsiasi Paese democratico le cose andrebbero all’opposto, anche se r vero che in un Paese di quel tipo il problema non sussisterebbe perché il ministro degli Interni non sarebbe più tale da un pezzo, dopo il rapimento di Stato Shalabayeva. La Procura di Perugia e i Ros, che hanno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi