closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

I pensieri dei detenuti politici in epistole

Scaffale. «Visto censura»: un libro che in 79 lettere e 7 documenti inediti racconta i prigionieri particolari, terroristi e fautori della lotta armata

Terrorismo, anni di piombo, lotta armata. Storia dell’Italia che qualcuno vuol far combaciare soltanto con le sentenze dei tribunali, mentre - al di là degli archivi di accademici e politici di professione - continuano ad affiorare documenti originali. È IL CASO DEL VOLUME appena pubblicato dalla bolognese Bébert Edizioni (pp. 29, euro 18): Visto censura. Lettere di prigionieri politici in Italia (1975-1986). Materiale scaturito da fondi privati: ordinato, scansionato, «riletto», catalogato. Si tratta di 79 lettere e 7 documenti inediti frutto di un lavoro durato anni. Sono divisi in quattro capitoli: affettività, carcere, politica e documenti. Appartengono ai «prigionieri politici»,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi