closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I paesi poveri all’attacco: non vogliamo più pagare per i danni causati dai ricchi

L’accoglienza di Fridays for future alla Cop26 di Glasgow

L’accoglienza di Fridays for future alla Cop26 di Glasgow

Il blocco dei 46 paesi definiti «meno avanzati» (Pma) sostiene la posizione più avanzata alla conferenza internazionale sul clima. Queste nazioni, con oltre un miliardo di abitanti in Africa, Asia-Pacifico e Caraibi, hanno le minori responsabilità storiche e attuali del caos climatico e al tempo stesso ne sono le principali vittime, sia per la maggiore sensibilità dei loro ecosistemi sia per la minore disponibilità di risorse da spendere. «ALLA COP26 NEGOZIAMO per la sopravvivenza delle generazioni attuali, non solo di quelle future», ha precisato Sonam P. Wangdi, presidente del gruppo dei 46 Pma e responsabile della politica climatica del Bhutan...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.