closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

I nuovi Magnifici 7, il western mutante

Al cinema. Da domani nelle sale il remake diretto da Antoine Fuqua. Denzel Washington protagonista di una rilettura del genere decisamente anticapitalista

Denzel Washington

Denzel Washington

John Sturges è il John Fogerty del cinema americano. Senza mai differenziarsi dal calco del tradizionale racconto hollywoodiano, ha firmato film che sono diventati classici proverbiali. Proprio come Fogerty il quale, mentre il rock si apriva alle derive della psichedelia e della sperimentazione, scriveva canzoni che sarebbero entrate di diritto nel novero dei classici radiofonici americani e non solo. Sia Sturges che Fogerty, senza essere innovatori, anzi guardandosene bene, hanno aderito talmente al loro classicismo istintivo (o istintuale) da essere stati, a tratti, considerati paradossalmente degli innovatori. Non è un caso che sia le canzoni di Fogerty sia i film...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi