closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

I nuovi giovani di Kram Ovest tra disperazione e rabbia

Tunisia ribelle. Nel quartiere della periferia di Tunisi, dove la polizia fa ancora paura dieci anni dopo la rivoluzione. La repressione ferma le proteste notturne, ma non risolve i problemi di chi vive ai margini

Tunisi, 23 gennaio 2021. Il cartello recita «La miseria avanza, la fame aumenta»

Tunisi, 23 gennaio 2021. Il cartello recita «La miseria avanza, la fame aumenta»

Oltrepassate le ville bianche delle zone benestanti di Cartagine e La Marsa, la strada che porta al porto di Tunisi passa per il Kram. Questo quartiere della banlieue nord della capitale a 20 km dal centro della città è spaccato in due. A Kram Est, verso la spiaggia, un affitto costa più del salario medio di un tunisino e gli hotel accolgono i turisti d’estate. Dietro il parco, attraversata la strada, c’è Kram Ovest: un quartiere popolare dove la disoccupazione giovanile sfiora il 30% secondo i dati ufficiali, che escludono però chi lavora in nero o chi è costretto ad...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi