closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

I moderatori di contenuti e il mito dei social

SAGGI. «Gli obsoleti», edito da Agenzia X, un libro di Jacopo Franchi

Quello dei social è un mondo edulcorato, popolato per lo più di sorrisi, di esperienze leggere, serene, di quello che vorremmo essere e vedere. Sulle home di Facebook, Instagram, sugli stessi motori di ricerca di rado compaiono sangue, violenza o morte. Anche la ferocia dei leoni da tastiera ha vita breve e le poche immagini forti sono introdotte da un avviso. Tutto ciò grazie al lavoro dei moderatori di contenuti, che, in seguito a segnalazioni da parte degli utenti, visionano ed eliminano le foto, i post, i video, i commenti che violano il regolamento della piattaforma perché troppo aggressivi, violenti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi