closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«I migranti viaggiano su mezzi che riparano con il fil di ferro»

Intervista al segretario Flai Cgil di Foggia. Le vittime venivano dal Gran Ghetto di Rignano: in 600 tra roulotte e baracche

segretario Flai Cgil di Foggia, Daniele Iacovelli

segretario Flai Cgil di Foggia, Daniele Iacovelli

«Quelle avvenute ieri pomeriggio e sabato scorso, sulle provinciali della Capitanata, sono state stragi annunciate e non soltanto fatalità racchiuse nel giro di 48 ore». Lo afferma con voce stanca, dopo l’ennesima giornata passata sulle strade a guardare i corpi stravolti dalle lamiere contorte sull’asfalto, Daniele Iacovelli, segretario Flai Cgil Foggia. Il sindacato di categoria della Cgil è da molti anni impegnato nella lotta contro il caporalato, dagli sportelli di ascolto all’assistenza per i migranti sino al rapporto «Agromafie e Caporalato», arrivato alla quarta edizione, dove in oltre trecento pagine viene descritto un dramma oramai conosciuto da tutti, ma ancora...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.