closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I mapuche bloccano i giacimenti: «Danni enormi»

Argentina. Protesta delle comunità indigene contro il fracking e la devastazione della natura. Nella regione della Vaca Muerta scosse di terremoto, scorie e crisi idrica a causa delle perforazioni

Mapuche in Patagonia

Mapuche in Patagonia

Nella regione di Vaca Muerta – un nome, un programma – le imprese petrolifere regnano sovrane. Il territorio, grande quasi come il Belgio (30mila chilometri tra le province di Neuquén e Río Negro, nella Patagonia argentina) è non a caso considerato la quarta riserva al mondo di shale oil e la seconda di shale gas, estratti tramite fracking, la tecnica ad alto impatto ambientale della fratturazione idraulica. A farne le spese sono le comunità mapuche, che, stanche di aspettare una risposta dalle istituzioni alle loro denunce sullo scempio ambientale in corso, sono arrivate a bloccare martedì, per diverse ore, le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.