closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

I luoghi urbani dell’espropriazione

Saggi. «Cosa succede in città» di Andrea Cegna, per Prospero edizioni. Giovedì 25 a Roma, presentazione presso il centro sociale Scup

Si calcola che ormai da qualche anno, per la prima volta nella storia dell’umanità, la maggior parte degli abitanti del pianeta vive in contesti urbani. È un processo ambivalente, rimanda allo spopolamento delle campagne e all’affollarsi di una moltitudine povera nelle periferie delle città di tutto il pianeta. Ma evidenzia anche il fatto che il livello di esistenza in comune e di cooperazione che caratterizza i contesti urbani diventa tendenzialmente maggioritario. LA DIMENSIONE EPOCALE di questo fenomeno serve a comprendere che mai come in questa fase storica governare e disciplinare le città è diventato un modo di organizzare la produzione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.