closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

I jihadisti prendono in ostaggio il Congo: carestie e civili in fuga

Africa. In aumento gli attacchi dell’Adf, da due anni affiliato dell’Isis e al centro dell’internazionale africana del jihadismo. Si intensificano gli scontri con il governo. Inutile la presenza di 15mila caschi blu

Soldati congolesi con le forze dell’Onu vicino alla città di Oicha, in Congo

Soldati congolesi con le forze dell’Onu vicino alla città di Oicha, in Congo

Sono stati liberati nella serata di martedì 27 luglio oltre 150 ostaggi dopo tre giorni di scontri tra i militari della Repubblica democratica del Congo (Rdc) e le Forze democratiche alleate (Adf) nel nord-est del paese con sette soldati e 15 miliziani jihadisti morti nei combattimenti. «Gli ostaggi erano in pessime condizioni senza cibo, acqua e medicine da diversi giorni – ha detto il governatore militare della regione Johnny Luboya all’Afp – e venivano usati dai ribelli dell’Adf come scudi umani contro le nostre operazioni militari». I COMBATTIMENTI di questi giorni si aggiungono ai numerosi attacchi dell’ultimo mese contro la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.