closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

I gulag dei bambini profughi

Stati uniti. In meno di un anno sono stati 50 mila i minori arrestati mentre tentavano di varcare la frontiera Usa. Vengono rinchiusi in prigioni-lager al confine di El Norte in condizioni disumane e a «tempo indeterminato»

Il confine di Ciudad Juarez che separa il Messico dagli Usa

Il confine di Ciudad Juarez che separa il Messico dagli Usa

Si presentano alla frontiera soli, spesso dopo migliaia di chilometri di viaggio fatti a piedi, da clandestini su treni merci, in autobus. Come truppe di un inarrestabile esercito, continuano ad arrivare - ma questi non sono bambini soldato, non imbracciano armi, solo la propria disperazione. Migliaia, decine di migliaia di minorenni sono l’ultima ondata sospinta sul confine Americano dalla povertà e dalla violenza del Centro America. Stando ai dati del dipartimento di immigrazione, in appena poco più di sei mesi sono stati arrestati quasi 50.000 minorenni non accompagnati da genitori o adulti, a volte poco più che bimbi in età...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi