closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

I fratelli De Serio nelle stanze parlanti

Intervista. I due registi presentano il libro che chiude un progetto artistico decennale

Un fotogramma di «Stanze», video-installazione del 2010 di Gianluca e Massimiliano De Serio

Un fotogramma di «Stanze», video-installazione del 2010 di Gianluca e Massimiliano De Serio

Farankaboolo. Così scriverebbe la parola «francobollo» Ahmed, rifugiato politico somalo, tra i protagonisti del composito lavoro artistico dei gemelli Gianluca e Massimiliano De Serio: Stanze, presentato nella sua ultima parte a Palermo, nell'ambito del Festival delle letterature migranti. La relazione ambigua tra oralità e scrittura, insieme a quella tra silenzio e parola, è uno dei temi che i De Serio hanno esplorato per arrivare a progettare la costruzione di un «ponte» tra Somalia e Italia. Tutto è nato da una suggestiva coincidenza: nel 2010, nell’ex caserma La Marmora di via Asti, sono stati tenuti – in condizioni precarie, dato lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.