closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

I «frammenti» del Sundance ricomposti fra web e sale satellite

Festival . La nuova direttrice Tabitha Jackson racconta l’edizione «ibrida» del 2021 cominciata ieri

Per decifrare lo spirito di Sundance 2021 basta partire dalla sigla del festival – frammenti animati che si muovono in smarrita confusione ma che poi si ricompongono «felicemente» nel logo del festival- ha annunciato la nuova direttrice della manifestazione, Tabitha Jackson, durante la conferenza stampa d’apertura. STAGLIATA sullo sfondo di una fotografia dell’Egyptian Theater sulla Main Street di Park City (in realtà probabilmente era a casa, in Connecticut) Jackson ha esordito spiegando che «La pandemia ha esploso in pezzi la nostra realtà lasciandoci con il bisogno di reimmaginare il festival a partire da quei frammenti. Uno era sicuramente l’energia del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi