closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

I danni della Tav arrivano a Roma

Val di Susa. Esposto di associazioni e comitati locali al Tribunale per i diritti dei popoli

Contestare la violazione dei diritti nelle tante periferie del mondo è spesso più facile che riconoscerla nel cuore dell'Europa. Magari laddove le Alpi si increspano, al confine tra Italia e Francia, e sotto di esse si vorrebbe far correre un treno veloce (forse, ora, senza più merci) che poco serve, se non alle ristrette lobby, e che la popolazione del territorio contesta da anni. Tav e Val di Susa sono molto di più che un progetto e un luogo geografico. Da 35 anni, esiste un organismo internazionale, il Tribunale permanente dei diritti dei popoli, erede del Tribunale Russell che negli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi