closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

I cottimisti dell’Est, vita e fatica bestiale su e giù in camion

Dietro l'incidente di Caluso. Più a lungo guidi, più guadagni: il mercato della logistica è deregolamentato, a discapito della sicurezza. Le merci sulla Torino-Lione oggi le trasportano i tir

Lungo la strada che i «migranti africani» - come da categorizzazione del presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker – percorrono per raggiungere la Francia, altri migranti corrono a tutta velocità. Polacchi, bulgari, ucraini, rumeni che guidano piccoli furgoncini cabinati con targa polacca: autotrasportatori cottimisti di cui si sa poco, ma assai visibili in val Susa. Viaggiano spesso incolonnati, a gruppi di due o tre, e la loro vita scorre in cabina dato che hanno il necessario per vivere e lavorare mentre guidano. Corrono sempre, giorno e notte, si fermano solo quando sono sfiniti: trasportano fino a sette tonnellate di merce...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.