closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

I conflitti nascosti dell’Etruria

L'inchiesta. Nel terzo filone sulla Bpel indagati l’ex presidente e un ex consigliere. Le «vittime del salva-banche» in presidio davanti al palazzo di giustizia di Arezzo. In procura arrivano gli esposti presentati da Federconsumatori e Codacons

Banca Etruria

Banca Etruria

All’ex Ospedale Garbasso, che ospita i nuovi uffici della Procura di Arezzo, è un via vai continuo. L’Etruriagate si allarga. I filoni giudiziari diventano tre. L’ultimo è un’indagine sul conflitto di interessi che trae origine dalla relazione della Banca d’Italia circa il commissariamento dell’istituto aretino nel febbraio 2015. Questa parte di inchiesta si affianca agli altri due filoni. Il primo sull’ostacolo alla vigilanza, che risale al marzo 2014, che trae origine dalla relazione degli ispettori di via Nazionale del 2013, e il terzo sulle false fatturazioni datato primavera 2014. L’inchiesta sul conflitto di interessi è ancora agli inizi e nelle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi