closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

I «cacciatori di plagi», custodi di un’ortodossia fuori tempo massimo

Tra arte e politica. Segugi letterari molto attivi in Germania. L’ultimo caso, le accuse a Annalena Baerbock, candidata dei Verdi alla Cancelleria di Berlino che avrebbe preso da altri testi parti del suo recente libro «Jetzt» (ora). «Un libro non si scrive mai da soli», la replica della diretta interessata. Del resto copiare è un modo concreto per aggredire la proprietà intellettuale e annullare la distanza tra lettore e autore dissipando l’aura arcaica che circonda quest’ultima figura

«Evolution» dell’artista statunitense Jon Kessler

«Evolution» dell’artista statunitense Jon Kessler

Da almeno un decennio gode di una certa fortuna, soprattutto in Germania, la detestabile figura del «cacciatore di plagi». Questi Bounty killer della parola scritta esercitano il loro talento venatorio, intervenendo, non sappiamo se sospinti da un impeto moralizzatore o da meno confessabili sollecitazioni, nell’agone politico. L’ultima vittima di questi segugi letterari, in questo caso il «mediologo» austriaco Stefan Weber, è Annalena Baerbock, la giovane candidata dei Grünen alla Cancelleria di Berlino, accusata di essersi ampiamente impossessata di passaggi tratti da altre opere e documenti nel suo recente libro Jetzt (ora), senza citare le fonti. LA POLEMICA che ne è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.