closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

I biocarburanti fanno male alla Terra

Agricoltura. La produzione di biocarburanti è il simbolo dello sviluppo che impoverisce perché entra in competizione con le colture alimentari

L’idea di «coltivare» i carburanti era piaciuta a molti. Canna da zucchero, mais, soia, girasole, arachide, canapa, colza, palma da olio. Ognuna di queste piante con la sua storia, coltivate in ambienti diversi, a segnare i territori e le vite degli uomini. In comune la caratteristica di produrre biocarburanti. CANNA DA ZUCCHERO E MAIS che si trasformano in etanolo, le oleaginose in biodiesel. Ogni anno si producono nel mondo circa 100 milioni di tonnellate di biocarburanti. I primi paesi a produrli su larga scala sono stati gli USA e il Brasile. Sono i due principali produttori mondiali, rispettivamente con 31...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi