closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

I 15 euro infiammano Landini

Fiat. Anche per il leader Fiom l’offerta è «inaccettabile». A Fim e Uilm: «Marciamo uniti». Il capo delle tute blu Cgil propone agli altri due sindacati di fare assemblee insieme. Uilm: «Se proprio ci tiene, firmi il nostro contratto»

Il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini

Il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini

E se la Fiat ha offerto un misero aumento di 15 euro lordi, la Fiom non resta a guardare: anzi, vorrebbe impostare una nuova trattativa, con ben altre cifre. Il segretario Maurizio Landini, escluso dal tavolo del rinnovo con Cisl, Uil, Ugl e Fismic, ieri ha improvvisamente ripreso spazio grazie alla rottura del negoziato con l’azienda. Il quartetto aveva definito «inaccettabile» l’offerta, e ha annunciato lo stop delle flessibilità. Anche per Landini l’offerta Fiat è «inaccettabile»: «Al di là del fatto che Fiat ha offerto solo 15 euro lordi al mese di una tantum, quello che sta succedendo è che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.