closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La “verità dolorosa” di Hollande

Elezioni europee. Dopo la sconfitta clamorosa, con il Ps che batte un record al ribasso e non arriva al 14%, il presidente promette ancora di cambiare rotta in Europa. Il Fronte nazionale al 25%. La Francia sarà più debole in Europa, un colpo all'asse franco-tedesco. La commozione di Mélenchon, di fronte al 43% del voto operaio per l'estrema destra: "lavoratori, non lasciate che questo sia fatto in vostro nome"

François Hollande

François Hollande

Il giorno dopo il terremoto del voto europeo, dopo una lunga attesa, François Hollande ha finalmente reagito. Un breve intervento in tv, ieri alle 8 della sera, per dichiarare che di fronte alla «verità dolorosa» della vittoria dell’«estrema destra» - definizione che sta suscitando polemiche - non si vela gli occhi. Non cambierà politica, ma chiede di aspettare i risultati del suo operato. Ripeterà ai partner che ci vuole più crescita, occupazione, investimenti. Promette il «successo», attraverso un’Europa che tornerà a proteggere. Ammette che l’Europa non ha saputo spiegarsi, che è diventata «illeggibile», ma afferma che è necessaria. Parole un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi