closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Hillary, «eroina» per niente innocente

Hillary Clinton

Hillary Clinton

Dopo 48 ore di congratulazioni a Hillary per aver «vinto» il dibattito di lunedì sera è venuto il momento di farsi qualche domanda in più. Per esempio: a chi parlavano i due candidati? Agli elettori incerti, quelli capaci di verificare con i famosi facts-checkers, gli addetti alla verifica delle affermazioni di Trump e Clinton, se i rispettivi piani fiscali erano convenienti per loro? No, gli elettori veramente indipendenti equidistanti dai partiti maggiori, nell’America del 2016, sono più rari dei panda giganti e probabilmente avrebbero diritto a chiedere la protezione dell’Endangered Species Act. I candidati non parlavano a loro ma ai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi